Quaresima (5/5)


La Quaresima ci invita a un percorso di riflessione e conversione verso la Pasqua.
Anche quest’anno la nostra comunità sarà aiutata da un segno sviluppato in cinque tappe che porremo al centro della chiesa.
Ogni settimana aggiungeremo un nuovo segno che ci aiuterà a compiere un ulteriore passo nel nostro cammino personale e comunitario.
I cinque segni: sassi, seme, terra buona, acqua, germoglio saranno accompagnati anche da un piccolo foglietto (che potete reperire anche a questo link) con spunti di riflessione da utilizzare durante la settimana.
Buona quaresima a tutti!!!

 


 

Quaresima

2019

1

Domenica

10 Marzo

2

Domenica

17 Marzo

3

Domenica

24 Marzo

4

Domenica

31 Marzo

5

Domenica

7 Aprile

e d’ora in poi (Gv 8, 1-11)

Nessuno ti ha condannata? Neanch’io ti condanno. Ecco la giustizia di Dio: non quella degli uomini ma quella di Gesù, il giusto che giustifica, il santo che rende giusti, venuto a portare non la resa dei conti ma una rivoluzione radicale dei rapporti tra Dio e uomo, e di conseguenza tra uomo e uomo. A raccontare di una mano, di un cuore amorevole che ci prende in braccio e, per la prima volta, ci ama per quello che siamo, perdonando ogni errore, sciogliendo ogni ferita, ogni dolore. […]

Va’ e d’ora in poi non peccare più: ciò che sta dietro non importa, importa il bene possibile domani. Tante persone vivono come in un ergastolo interiore. Schiacciate da sensi di colpa, da errori passati, e abortiscono l’immagine divina che preme in loro per crescere e venire alla luce.

Gesù apre le porte delle nostre prigioni, smonta i patiboli su cui spesso trasciniamo noi stessi e gli altri. Sa bene che solo uomini e donne liberati e perdonati possono dare ai fratelli libertà e perdono.

Ermes Ronchi

Va’, muoviti da qui, vai verso il nuovo,
e porta lo stesso amore, lo stesso perdono,
a chiunque incontri. Il perdono è il solo dono
che non ci farà più vittime
e non farà più vittime, né fuori né dentro noi.

Ascoltare, essere attenti, consolare,
perdonare, accompagnare, abbracciare, aiutare
sono verbi che a volte dimentichiamo.
Bisognerebbe scriverli su una parete
accanto alla porta di casa,
e leggerli ogni volta che usciamo nel mondo.
(Fabrizio Caramagna)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *