2018.12.22 Sabato della III settimana di Avvento

segnalibropec

 

All’inizio di questa riflessione risveglia il desiderio di riuscire a sentire nuovamente il Signore.

La Parola di oggi viene dal Vangelo secondo San Luca.

In quel tempo, Maria disse:

«L’anima mia magnifica il Signore

e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,

perché ha guardato l’umiltà della sua serva.

D’ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata.

Grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente

e Santo è il suo nome;

di generazione in generazione la sua misericordia

per quelli che lo temono.

Ha spiegato la potenza del suo braccio,

ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore;

ha rovesciato i potenti dai troni,

ha innalzato gli umili;

ha ricolmato di beni gli affamati,

ha rimandato i ricchi a mani vuote.

Ha soccorso Israele, suo servo,

ricordandosi della sua misericordia,

come aveva detto ai nostri padri,

per Abramo e la sua discendenza, per sempre».

Il mio spirito esulta in Dio perché ha guardato l’umiltà della sua serva” – “ha disperso i superbi nei pensieri dei loro cuori”.

Come facciamo ad accorgerci quando Dio ci accoglie e ci tiene tra le sue braccia? Basta solo la fede? Non ci fermiamo mai a pensare: “Cosa fa per noi il Signore ogni giorno“?

Ci hanno sempre detto “il Signore aiuta i più deboli” ma facciamo veramente sempre parte dei “deboli”? Lui guarda dentro noi e ci conosce, forse anche più di noi stessi. Invece di pensare di essere gli indifesi, dovremmo riflettere sulla nostra persona e crearla giorno per giorno, riflettere sulle nostre azioni. Essere protagonisti della propria storia e della propria vita. Il Signore molte volte mi da una mano senza che io lo chieda o senza che me ne accorga ma molte volte non si fa sentire, probabilmente con tutte le persone di cui si deve occupare ogni tanto mi lascia indietro per imparare a cavarmela anche da sola.

Facciamo richieste al Signore solo quando stiamo male o nel momento del bisogno senza pensare che lui c’è sempre. Anche quando a volte non lo sentiamo e ci chiediamo se vale la pena di parlare “da soli” dopotutto.

Chiedi allo Spirito Santo di aiutarti giorno per giorno a scoprire il Signore con occhi nuovi.

Gloria al Padre e al Figlio, e allo Spirito Santo.

Com’era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli.

Amen.


Commento di Caterina Bertolami

Voci narranti di Aurora Ceccarelli e Simone Zetti

Musica di Marco Frisina: Canto del Magnificat

e di Rinnovamento nello Spirito Santo: Benedici il Signore anima mia

Ispirato a bannermwd

Torna a Prego e Cammino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *