Pasqua


Sabato 3 Marzo viene distribuito il numero di Marzo del Giornalino Parrocchiale “In Cammino” (scaricabile a questo link: Marzo 2018 Anno XXXII Numero 3).

In questo numero:

  • Pasqua, la nostra certezza
  • Ministri Straordinari della Comunione
  • Riflettiamo sulla “nostra” Messa…
  • Fate questo… La Liturgia Eucaristica
  • Giornata Parrocchiale
  • Facciamo Silenzio

Di seguito l’articolo di apertura:

Pasqua

la nostra certezza

Ancora pochi giorni e saremo di nuovo a ricordare la Pasqua del Signore.

disegno di Giampiero Puliti

E’ passato  un altro anno…tanti giorni della nostra vita, affanni, gioie, dolori, speranze. Non sempre il  comportamento nostro e di chi vive la vita come noi ci è sembrato conforme al Vangelo. Abbiamo visto morire il Signore ogni volta che ci sono state violenze, guerre, odio. Quando l’abbiamo ignorato, o guardato altrove, o fatto scelte lontane dai suoi insegnamenti… Ma Cristo è morto una sola volta e per soli tre giorni, poi è RISORTO, per l’eternità. E il germe del suo amore è entrato per sempre nel cuore degli uomini. La sua Risurrezione ci ha fatto figli di Dio.

La storia di Cristo avanza sulla nostra strada, la strada di ciascuno, con il passo lento del pastore. Ha preso il suo slancio d’amore in una notte, quella di Natale, piena di stelle, di angeli, di canti, di greggi… e lo riprende in un’altra notte quella di Pasqua. Notte della Risurrezione in cui la carne si riveste di luce, in cui si apre il sepolcro, vuoto e risplendente nel fresco dell’alba…e nel giardino è primavera. Nessun corpo, solo le bende giacciono a terra.

Così respira la nostra fede….da una notte all’altra.

 

Ma la nostra fiducia a volte vacilla e come i discepoli abbiamo paura.

 

“ I discepoli sono nascosti pieni di paura, piangono e ricordano il loro maestro…Lui è morto e si sentono soli…tutto è finito…

 Un rumore di passi ed entrano le donne trafelate e urlanti: Hanno rubato il corpo del Signore!!! La tomba è vuota…

 Corrono gli uomini, inciampano, cadono e senza fiato arrivano al sepolcro.. è vuoto, in terra le bende, il sudario e nient’altro.”

 

Anche noi siamo chiamati da coloro che hanno visto e creduto, a correre per andare a vedere quella tomba vuota e a credere che Cristo è veramente RISORTO!!!

 

E’ risorto     per aprirci gli occhi di stupore

E’ risorto     perché capissimo  quanto è grande il suo amore

E’ risorto     per cambiarci il cuore, per riempirci di speranza

E’ risorto     per donare la pazienza, unica cura quando il male è forte

E’ risorto     per trasmetterci la forza di spezzare le catene

E’ risorto     per domare le paure, per illuminare gli spazi bui e donarci la luce.


Gabriella Fossi

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *