La Carità non si ferma   Aggiornato recentemente!


La grave emergenza che tutti noi stiamo vivendo può essere superata anzitutto «con gli anticorpi della solidarietà»[1], lo ha ribadito più volte papa Francesco. Risuona forte in tempi di pandemia l’esortazione di Evangelii Gaudium: è questo il momento in cui, più che in ogni altro, i cristiani e gli uomini tutti sono invitati a superare la «tristezza individualista»[2] e ad «abbandonare il comodo criterio pastorale del “si è sempre fatto così”»[3]. Infatti, è il momento di fare ancora di più e meglio, perché anche con piccoli gesti è possibile fare la differenza.

Da oggi, vista la situazione di emergenza, riattiviamo stabilmente una raccolta che prima dello stop promuovevamo una volta al mese. In fondo alla chiesa, trovate un tavolo su cui è possibile collocare alimenti a lunga conservazione, che saranno poi disposti all’interno dei pacchi viveri destinati alle famiglie più in difficoltà. Chi, invece, volesse contribuire anche economicamente all’acquisto di generi alimentari di prima necessità, potrà farlo tramite seguendo sul sito della parrocchia: (http://www.ausiliatrice.firenze.it). Sono piccoli gesti, che risultano però decisivi in un momento così delicato.

In questo tempo particolare, infatti, la nostra Caritas parrocchiale non si è mai fermata, portando avanti – grazie all’attività del Centro d’ascolto – la distribuzione ordinaria del lunedì, giorno in cui, con cadenza quindicinale, vengono distribuiti i pacchi alimentari a circa 120 famiglie del quartiere.

Organizzazione e sicurezza

Anzi, dopo l’emergenza dovuta a Covid-19, le attività di aiuto e assistenza si sono moltiplicate, poiché la parrocchia ha abbracciato pienamente il progetto – sovvenzionato dal Comune – di intensificare il servizio di distribuzione dei viveri, estendendolo anche al giovedì con cadenza settimanale.

L’iniziativa è stata possibile grazie alla partecipe adesione di numerosi volontari (più di 40), i quali hanno deciso di donare il proprio tempo per reperire i viveri presso il Banco alimentare, impacchettarli e distribuirli alle tante famiglie (quasi un centinaio) che avevano fatto richiesta. Chi desiderasse proporsi come volontari può scrivere a: volontari.covid19@ausiliatrice.firenze.it

I pacchi pronti per essere distribuiti

A corredo dell’impegno dei singoli, anche un esercente cinematografico – bloccato dall’attuale situazione – hanno fatto la propria parte, mettendo a disposizione una cospicua quantità di patatine, popcorn e caramelle, che sono andate ad aggiungersi, come piccolo dono in più, ai beni alimentari di prima necessità già contenuti all’interno dei pacchi.

Perché anche una cosa semplice, adesso più che mai, può dare sollievo e strappare un sorriso.

DS

Parte della donazione proveniente dai Cinema

[1] Papa Francesco, “Un piano per risorgere”, «Vida Nueva», 17/04/2020

[2] Papa Francesco, “Evangelii gaudium”, n.2

[3] Ivi, n.33

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *