La Fiducia

Perché tu sei la mia speranza Signore Dio,
sei la mia fiducia dalla mia infanzia.

Salmo 70

La fiducia è un sentimento che si allontana sempre più dal nostro quotidiano.

Parola da ricordare con nostalgia ma che spesso viene dimenticata perché fa paura.

In chi e in cosa abbiamo fiducia? Le quattro mura di casa rappresentano il luogo sicuro fra cui rifugiarci. Luogo dove possiamo pensare a noi stessi senza preoccuparci di ciò che succede fuori della porta, perché abbiamo paura ormai di tutto. Non osiamo rivolgere la parola a nessuno, tutti sono nemici da cui guardarsi. Ogni sorriso ci fa pensare a cosa potrebbe nascondere, una stretta di mano ci sembra falsa, ogni situazione ci appare come una fregatura. La fiducia non ci appartiene quasi più.

Aver fiducia rende vulnerabili, prevede un coinvolgimento, e noi non vogliamo “sporcarci le mani” per gli altri. Abbiamo paura di perdere la nostra forza, le nostre sicurezze.
Paura di soffrire, di rimanere delusi, di passare da stupidi.
Ma senza fiducia non si cresce! Si rimane eternamente attaccati alle nostre convinzioni, manca il confronto, manca la gioia di essere insieme nel cammino della vita.
Se perdiamo la fiducia difficilmente la ritroveremo da soli, non avremo la forza di cercarla, troppo faticoso!

La mancanza di fiducia taglia le radici della vita, toglie il dono dell’amicizia, il confronto, la condivisione, e ci rende soli. Toglie il calore dell’amore. E senza amore siamo sterili, indifferenti, freddi.
Senza fiducia giriamo intorno a noi stessi come girandole stanche. Alla fine ci fermeremo senza aver costruito niente, con gli occhi consumati per aver guardato solo in un punto, noi stessi.

  • A volte è meglio essere delusi cento volte che avvicinarsi agli altri con sospetto.
  • Ogni persona può donarci un pezzo di radici,di vita.
  • Ognuno ci arricchisce e può essere arricchito da noi.
  • Fiducia è condivisione
  • È abbandono
  • È accoglienza
  • È partecipazione.

Pensiamo ai grandi personaggi della Bibbia che hanno avuto fiducia – fede in Dio: Mosè, Abramo …
Maria che ha detto sì a ciò che Dio le ha chiesto …
Giuseppe che ha accettato con fiducia senza capire…
Infine a Gesù che si è fidato del Padre fino alla morte, e lo ha fatto per noi.
La fiducia si sposa con la Speranza, che dobbiamo risvegliare ogni giorno, portarla con noi perché la speranza ci aiuta a capire la bellezza del donare.

  • Vuoi davvero dar senso alla tua vita? FIDATI.
  • Vuoi capire come fare? PREGA.
  • Vuoi comprendere gli altri? ASCOLTA.

Alla fine di questa riflessione cerchiamo di capire quello che il Signore ci dona, ci dice, ci propone.
Quante volte ci ha messo davanti persone che avremmo potuto amare, accogliere, da cui avremmo ricevuto un arricchimento?
E soprattutto quante volte non ci siamo fidati di Lui, NON ABBIAMO AVUTO FEDE e abbiamo preferito seguire la nostra presunzione, facendo come ci pare?
Ascoltiamolo con umiltà e ci sarà reso in abbondanza in gioia, in serenità, in fiducia, in speranza.

Ama, saluta la gente, dona, perdona,
ama ancora e saluta.
Dai la mano, aiuta, comprendi,
dimentica e ricorda solo il bene.

Godi del nulla che hai,
del poco che basta
Giorno dopo giorno:
e quel poco, se necessario, dividi.

E vai, leggero dietro i vento e il sole e canta.
Vai di paese in paese
E saluta, saluta tutti:
il nero, l’olivastro e perfino il bianco.

Canta il sogno del mondo:
che tutti i paesi
si contendano
d’averti generato.

David Maria Turoldo

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo

come era nel principio e ora e sempre

per tutti i secoli dei secoli

amen


Il pieghevole è scaricabile a questo link.
Torna a Guide per l’Adorazione Eucaristica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *